Pierre August Renoir – Gli Ombrelli

agosto 6th, 2014

Gli ombrelli è un opera realizzata con tecnica ad olio su tela, da Pierre August Renoir nell’arco di cinque anni e, più precisamente, dal 1881 al 1886, ed è custodito al National Gallery di Londra.
Proprio perchè il dipinto è stato lavorato in più anni, si notano alcune differenze tecniche di pittura sul quadro;
il lato destro ha uno stile prettamente impressionista e rivoluzionario, caratteristica di Renoir nei suoi primi anni lavorativi, dove iniziò a dipingere con l’amico Claude Monet, en plein air, cioè all’aria aperta, quindi raffigurando la vita reale, con tutti i suoi colori e le luci.
La parte di sinistra, invece, si deduce sia stata lavorata dal pittore francese, successivamente, dato lo stile più accademico, come si può visionare dall’elegante donna in primo piano.
I dipinti di Renoir si contraddistinguono per la loro luce vibrante ed i colori che rappresentano molte volte, persone in situazioni molto intime.
In particolar modo, il soggetto prevalente delle sue opere, era il nudo femminile, che raffigurava con forme morbide e generose.

Edouard Manet – Sulla Spiaggia

luglio 29th, 2014

Edouard Manet è considerato il più grande artista dello stile pre-impressionista.
I soggetti che dipingeva erano per lo più cantanti, zingari, scene quotidiane, reali, di persone che bevono, si corteggiano, ascoltano musica…
Quest’opera, intitolata ”Sulla Spiaggia” (in francese, “Sur la plage”), fu realizzata da Manet nel 1873, a Berck-sur-Mer, una cittadina della Francia settentrionale che affaccia sullo stretto della Manica, tra Dieppe e Calais, dove l’artista francese trascorse le vacanze con la sua famiglia.
Il quadro rappresenta la moglie Suzanne ed Eugene, fratello del pittore nonché marito dell’artista Berthe Morisot.
La donna è avvolta in un morbido vestito con copricapo ed è assorta nella lettura del suo libro; l’uomo, sdraiato vicino a lei, ha lo sguardo perso nel vuoto.
I due soggetti sono raffigurati sulla spiaggia, entrambi di spalle, mentre si vedono in lontananza delle barche a vela sul mare.
E’ proprio questa posa che ricorda una delle opere più importanti di Edouard Manet, la famosa “Colazione sull’erba”, realizzata nel 1863.
Quest’opera, è una delle poche realizzate dall’artista francese “en plein air”, con colori chiari e neutri molto messi in rilievo rispetto allo stile dei suoi amici impressionisti.
I tratti sono, comunque, veloci e non troppo definiti, proprio perchè la pittura impressionista significava cogliere le “impressioni” colte dalla scena che si sta rappresentando.

Ritratto Del Postino Joseph Roulin

luglio 22nd, 2014

Van Gogh iniziò a disegnare da bambino ma divenne un pittore a tutti gli effetti solo intorno ai trent’anni.
Terminati gli studi, fa vari viaggi, e nel 1875 si trasferisce a Parigi, dove risiede il fratello Theo, con il quale trascorre la maggior parte del tempo e che gli fornirà aiuto economico fino alla fine della sua vita.
Ma l’anno più importante per l’artista olandese, è il 1888, quando il pittore, nel febbraio dello stesso anno, si trasferisce ad Arles, nel Sud della Francia.
E’ qui che il pittore trova la sua più grande ispirazione grazie ai paesaggi della Provenza.
I soggetti principali delle sue tele sono, oltre la natura, soprattutto gli autoritratti che intende dipingere nel modo più reale possibile. Come il ritratto del postino Joseph Roulin, olio su tela, conservato nel Museo di Boston. Egli era il postino di Arles nonchè grande amico di Van Gogh.
L’uomo viene raffigurato con un volto sereno, contrastato dalla folta barba.
I colori predominanti sono il blu della giacca e dei pantaloni, divisa tipica del suo mestiere, e un copricapo con lo stemma delle poste francesi.

Cariatide

marzo 29th, 2013

cariatide
Egli si era inizialmente pensato come scultore piu’ che come pittore, e inizio’ a scolpire seriamente dopo che Paul Guillaume, un giovane e ambizioso mercante d’arte, si interesso’ al suo lavoro e lo presento’ a Constantin Brâncuşi. Questi caratteri appaiono antichi, quasi egizi, piatti e che ricordano una maschera, con distintivi occhi a mandorla, bocche increspate, nasi storti, e colli allungati. Anche se una serie di sculture di Modigliani venne esposta al Salone d’autunno del 1912, a causa delle polveri generate dalla scultura, la sua tubercolosi peggiorava; abbandono’ quindi la scultura prima della pietra e poi anche del legno, e si concentro’ unicamente sulla pittura.

Olio e carboncino
54×60
Centre Pompidou, Parigi, Francia.

La Tentazione Di Adamo Ed Eva

ottobre 26th, 2012

la-tentazione-di-adamo-ed-evaLungo la sezione centrale della volta della Cappella l’artista dipinse nove pannelli tratti dal libro della Genesi:nel sesto comparto vi sono raffigurati sulla sinistra il Peccato Originale e sulla destra la Cacciata dal Paradiso Terrestre. Nel La tentazione di Adamo ed Eva la figura del demonio diviene un corpo di donna le cui gambe si mutano in serpenti avvolti intorno al tronco dell’albero. Quest’ultimo e’ un fico, allegoria del fatto che i due si coprirono con foglie di fico. La figura tentatrice passa a Eva proprio due fichi, perche’ ne mangi uno e dia l’altro ad Adamo, il quale ne indica un terzo.Risalta la bellezza sensuale della donna, esortazione alla lussuria e alla debolezza dell’uomo.

Affresco
280×570
Volta della Cappella Sistina, Vaticano

Batello A Vapore

agosto 2nd, 2012

batello-a-vaporeIl padre era un giudice, avrebbe voluto che il figlio intraprendesse la sua stessa carriera. Il giovane espresse il desiderio di entrare alla prestigiosa École des Beaux-Arts, ma il giudice lo fece imbarcare su una nave. Il viaggio, che durò più di un anno, fortificò ancor di più le aspirazioni di Manet, che al ritorno ottenne finalmente il permesso di studiare arte presso il celebre pittore Thomas Couture. Lo stile lissimo di Couture mal si adattò allo stile del giovane Manet, che lasciò il maestro dopo sei anni. Passato all’Accademie, ebbe modo di seguire le lezioni del celebre Léon Bonnat, e di lì a poco conobbe i suoi futuri compagni impressionisti.

Acquerello
Collocazione Sconosciuta.

  • Manet
  • Commenti disabilitati

Desk And Room

luglio 26th, 2012

desk-and-room
Gia’ a partire dal 1913 si manifesta nel pittore un grande interesse per il cubismo, interesse che lo portera’ sulla via di quello che e’ considerato il suo contributo piu’ originale per cio’ che riguarda la storia delle forme artistiche, ossia il Supramatismo, una pittura caratterizzata da forme astratte e geometriche.

Olio su tela
79×79
Collezione degli eredi di Malevic

Danae

luglio 19th, 2012

danae
Soggetto tratto dalla mitologia greca antica:
Danae fu fecondata nel sonno da Zeus, trasformatosi in pioggia d’oro. La donna e’ rappresentata rannicchiata in primo piano, ripiegata su sé stessa, avvolta in una forma circolare, che descrive maternita’ e fertilita’ universale. Serenita’ e pace si leggono sia volto sia nella posizione della fanciulla. Il corpo completamente abbandonato di Danae e’ circondato e ricoperto dai capelli, da un velo orientaleggiante e sulla sinistra da una pioggia d’oro. Nello scroscio della pioggia d’oro, l’artista aggiunge un simbolo, un rettangolo verticale nero che rappresenta il principio maschile.

Olio su tela
77×83
Collezione privata

Come ordinare la vostra stampa su tela online

luglio 18th, 2012

Da molti anni ormai sono in voga,invece della classiche foto in formato poster, le stampe su tela.
Un sito molto interessante tra i vari servizi disponibili,
per rapporto ottimo qualità prezzo, è la 1..2..Print.
La stampa foto di 12print.it dispone di una buona sezione foto arredo,dove permette di realizzare delle vere e proprie opere d’arte.
Stampate su vero supporto di tela pittorica,può essere inviata comodamente a casa nostra in perfetto imballaggio prottetivo con solo stampa,con telaio a scelta tra 2 o 4 cm,oppure con cornice a colore di nostra scelta.
Disponibile anche l’opzione bordo vivo o bordo colorato, ed anche una possibile scelta
di applicazione di effetti seppia,bianco e nero,negativo oppure contrasto.
La sezione comprende oltre alla stampa su tela da singolo pannello anche l’innovativa idea delle foto su tela composit,dove è possibile dividere la foto scelta in più pannelli.
Ben curata anche la sezione che racchiude un vasto catalogo di riproduzioni di quadri famosi,
qualora si volesse scegliere un genere più classico.
Insomma c’è nè per tutti i gusti ed esigenze!!!!

Due Foscari

luglio 11th, 2012

due-foscariCommissionato dall’imperatore Ferdinando I, che recatosi a Milano per la cerimonia dell’incoronazione, incontro’ Hayez. Essa e’ ispirata ad uno tra i temi piu’ frequentati del repertorio romantico, quello dei Due Foscari. La complessa struttura del dipinto risulta basata sulla presenza centrale imponente e solenne figura del doge, padre del condannato, cui si contrapponequella del figlio supplicante.

Olio su tela
165×233
Collezione privata

Next »