Archive for the 'Renoir' Category

Pierre August Renoir – Gli Ombrelli

Gli ombrelli è un opera realizzata con tecnica ad olio su tela, da Pierre August Renoir nell’arco di cinque anni e, più precisamente, dal 1881 al 1886, ed è custodito al National Gallery di Londra.
Proprio perchè il dipinto è stato lavorato in più anni, si notano alcune differenze tecniche di pittura sul quadro;
il lato destro ha uno stile prettamente impressionista e rivoluzionario, caratteristica di Renoir nei suoi primi anni lavorativi, dove iniziò a dipingere con l’amico Claude Monet, en plein air, cioè all’aria aperta, quindi raffigurando la vita reale, con tutti i suoi colori e le luci.
La parte di sinistra, invece, si deduce sia stata lavorata dal pittore francese, successivamente, dato lo stile più accademico, come si può visionare dall’elegante donna in primo piano.
I dipinti di Renoir si contraddistinguono per la loro luce vibrante ed i colori che rappresentano molte volte, persone in situazioni molto intime.
In particolar modo, il soggetto prevalente delle sue opere, era il nudo femminile, che raffigurava con forme morbide e generose.

Baia Di Napoli

baia-di-napoli
Durante il viaggio in Italia del 1881, la visione dei dipinti di Raffaello e degli altri maestri del Rinascimento, lo convinse che era sulla strada sbagliata e per diversi anni, in seguito, dipinse in uno stile piu’ severo, nel tentativo di ritornare al classicismo. Questo a volte viene denominato il suo -periodo di Ingres-, per il modo in cui si e’ concentrato sulla linea ed ha dato risalto ai contorni delle figure.

Olio su tela
1881
Metropolitan Museum of Art, New York, Usa.

Colazione dei canottieri a Bougival

colazione dei canottieriAnche Renoir,inizialmente,era scettico sul principio di una pittura d’ispirazione naturale,pensava che in fondo il museo fosse ancora il luogo dove si imparava meglio a dipingere.Ma l’amicizia con Monet e soprattutto il lavoro in comune a Bougival e poi ad Argenteuil,contribuirobno a definire il suo linguaggio sulla base di una tecnica a rapidi e brevi tocchi di pennello,con cui catturare la luce e l’effetto comp,essivo di una situazione naturale.In quel periodo,per le sue ricerche sui riflessi luminosi colorati,usava ritrarre i modelli sotto gli alberi,colpiti qua e là dai raggi del sole filtrati attraverso le foglie,ottenendo singolari effetti.Nonostante le consuete difficoltà con la critica,la pittura di Renoir riusciva più piacevole al pubblico.La sua più originale interpretazione dell’impressionismo rimase,fino ai primi anni ottanta,quella delle scene di gruppo all’aperto di cui fa parte anche la Colazione dei canottieri a Bougival.

Olio su tela
129×172 cm
Phillips Memorial Gallery,Washington