Ritratto Del Postino Joseph Roulin

Van Gogh iniziò a disegnare da bambino ma divenne un pittore a tutti gli effetti solo intorno ai trent’anni.
Terminati gli studi, fa vari viaggi, e nel 1875 si trasferisce a Parigi, dove risiede il fratello Theo, con il quale trascorre la maggior parte del tempo e che gli fornirà aiuto economico fino alla fine della sua vita.
Ma l’anno più importante per l’artista olandese, è il 1888, quando il pittore, nel febbraio dello stesso anno, si trasferisce ad Arles, nel Sud della Francia.
E’ qui che il pittore trova la sua più grande ispirazione grazie ai paesaggi della Provenza.
I soggetti principali delle sue tele sono, oltre la natura, soprattutto gli autoritratti che intende dipingere nel modo più reale possibile. Come il ritratto del postino Joseph Roulin, olio su tela, conservato nel Museo di Boston. Egli era il postino di Arles nonchè grande amico di Van Gogh.
L’uomo viene raffigurato con un volto sereno, contrastato dalla folta barba.
I colori predominanti sono il blu della giacca e dei pantaloni, divisa tipica del suo mestiere, e un copricapo con lo stemma delle poste francesi.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply